>

Notizie 2014 - FONDAZIONE GIUSEPPE SARTO

Vai ai contenuti

Menu principale:

conclusione centenario

4 dicembre 2014
Centenario Pio X: l'8 dicembre la conclusione con il vescovo di Mantova


Sarà il vescovo di Mantova mons. Roberto Busti a chiudere a Riese le celebrazioni per il centenario della morte di San Pio X in occasione della festa dell'Immacolata, l'8 dicembre. Giunge dunque al termine il nutrito programma di eventi che il paese natale del Papa ha dedicato al suo più illustre concittadino in oltre un anno e mezzo, culminato il 23 agosto con la santa messa del Segretario di Stato vaticano card. Pietro Parolin nel parco antistante il santuario delle Cendrole davanti a migliaia di persone, preceduto dal l'altrettanto seguitissimo recital itinerante Ubi Consistam lungo le strade di Riese. L'appuntamento conclusivo sarà preceduto domenica 7 dicembre alle 20.30 alle Cendrole dal concerto dei cori della collaborazione parrocchiale riesina, insieme al coro delle voci bianche. Lunedi 8 dicembre alle 15 sarà accolto a Riese mons. Busti, successore di Papa Sarto come vescovo di Mantova, che riceverà il saluto della comunità parrocchiale e delle autorità civili prima di recarsi in visita alla casa natale di San Pio X e all'adiacente casa di accoglienza Margherita. Quindi alle 17 presiederà la celebrazione della messa nel santuario delle Cendrole. 

9 novembre 2014
Pio X e la musica sacra: Sandro Magister e l'Accademia Ceciliana 

Nel suo ultimo "post" sul blog "Settimo Cielo" il vaticanista de L'Espresso Sandro Magister si occupa della riforma della musica sacra promossa da San Pio X, annunciando l'incontro dell'Accademia Ceciliana con 1600 cantori a Mantova e l'esecuzione in prima assoluta dell'oratorio "La Natività" del direttore della Cappella Sistina Domenico Bartolucci (recentemente scomparso) domenica 16 novembre alle 18 a Roma nell'Auditorium di Via della Conciliazione. "Come Pio X apprezzò grandemente l’oratorio “La Resurrezione di Cristo” di Lorenzo Perosi, che rivelò a molti nel 1898 il genio di questo compositore, così - scrive Magister - sicuramente gioirebbe oggi all’ascolto dell’oratorio “La Natività” di Domenico Bartolucci". Nel sito Chiesa sempre curato da Magister  l'articolo "Le radici ceciliane di S. Pio X e la riforma della musica sacra" di Franco Baggiani nel “Bollettino Ceciliano”.
Il link al blog Settimo Cielo

mons. bressan

7 novembre 2014
Ricordando Mons. Bressan, segretario di Pio X: il 29 novembre convegno a Nogarè


È stata per tanti anni la figura più vicina a Pio X, essendone uno dei due segretari particolari: in occasione del centenario di Pio X, il paese di Nogarè dedica a mons. Giovanni Bressan, che qui ebbe i natali, un convegno volto a ricordare la sua discreta ma importante presenza a fianco di Papa Sarto. L'appuntamento, patrocinato dal comune di Crocetta del Montello, si terrà sabato 29 novembre 2014 alle 20.15 presso l'oratorio parrocchiale con il titolo "Mons. Bressan, il segretario di Papa Pio X: una vita per un santo". I lavori saranno aperti dalla relazione di don Paolo Barbisan, cui seguirà un intermezzo musicale curato dalla Schola Cantorum di Nogarè, con riferimento alla riforma della musica sacra voluta da Papa Sarto. Quindi la relazione “Mons. Giovanni Bressan, fedele collaboratore di Pio X” di Andrea Zanchetta. A conclusione degli interventi sarà possibile degustare cibi tipici della tradizione veneta. In tale occasione presso l’oratorio parrocchiale sarà allestita una mostra di illustrazioni varie (riviste, cartoline e santini) con soggetto Pio X e la sua venerazione popolare.

san pio x e san luigi orione

6 novembre 2014
Pio X e don Orione, l'amicizia di due santi: il 14 novembre a Chirignago (Ve) 

Don Orione e Pio X, uno stretto rapporto di amicizia e di stima reciproca. In occasione del centenario della morte di San Pio X, il Centro Don Orione di Chirignago (Ve) ha organizzato un incontro dove si sottolineerà la collaborazione tra Papa Sarto e il fondatore degli Orioniti, per il quale il Papa di Riese nutriva una profonda fiducia. Una testimonianza è il fatto che Pio X scelse proprio don Luigi Orione come suo inviato in Calabria per sovrintendere all'opera di ricostruzione dopo il terribile terremoto che rase al suolo la città nel 1908 e dove il contributo della Santa Sede fu davvero fondamentale per ripartire . Per espressa iniziativa di Papa Sarto fu inoltre provveduto alla sussistenza di centinaia di ragazzi rimasti orfani dopo il cataclisma. L'appuntamento si terrà venerdì 14 novembre alle ore 20.45 nella Sala Polivalente del Centro Don Orione d Chirignago (Ve) dove interverrà don Aurelio Fusi, Postulatore generale della Congregazione degli Orioniti.

prefetto di treviso in visita alla casa di pio x

29 ottobre 2014 
Il Prefetto di Treviso in visita a Casa Natale

Il Prefetto di Treviso Maria Augusta Marrosu si è recata oggi al Museo Casa Natale di San Pio X in occasione di una visita al comune di Riese Pio X e in occasione del centenario della morte di San Pio X. Il Prefetto è stato accompagnata alla casa natale dal sindaco di Riese Matteo Guidolin, dal vicesindaco Mario Zonta e dal comandante della stazione Carabinieri di Riese Jon Vento. 

asilo parrocchiale di riese pio x

27 settembre 2014
Compie cento anni l'asilo donato da Pio X


È stato l'ultimo dono di San Pio X al suo paese natale, inaugurato il 28 settembre 1914 a poco più di un mese dalla sua scomparsa. Compie cento anni l'asilo di Riese e in occasione dell'esatto anniversario, la comunità riesina ricorderà questo grande regalo del suo più illustre concittadino. A gestirlo lo stesso Pio X chiamò le Suore di Maria Bambina che per tanti anni hanno avuto un ruolo fondamentale nell'educazione dei bambini. La ricorrenza sarà ricordata domani alle 20.30 nel cortile dell'asilo (in caso di maltempo nella chiesa parrocchiale) con una rievocazione per immagini e la presentazione del libro sulla storia della scuola materna scritto da mons. Lucio Bonora. Domenica, anniversario dell'inaugurazione fatta allora alla presenza del Beato Andrea Giacinto Longhin, alle 10 la messa in ricordo del Papa benefattore e in ringraziamento per l'opera svolta dalle suore sia nel l'asilo che nella parrocchia, cui seguirà alle 12 il pranzo sociale a cui sono state invitate tutte le famiglie. Nella foto l'asilo prima del l'installazione del monumento a Pio X, dono dei cattolici spagnoli e per questo detto "monumento spagnolo"

premio Pio x a Papa Bergoglio

10 settembre
Papa Francesco riceve il Premio San Pio X


Il sindaco di Riese Matteo Guidolin ha consegnato a Papa Francesco il premio San Pio X. Nell’anno del centenario della morte di Pio X, la commissione comunale riesina aveva infatti scelto Papa Bergoglio come la personalità più meritevole di questo riconoscimento annuale in memoria dell’illustre concittadino con queste motivazioni «Papa Francesco e Pio X sono accomunati dalla semplicità del tratto e dell’esposizione, nella affabilità dei gesti e nell’esaltazione della povertà in senso francescano. Questa somiglianza si ravvisa particolarmente nel rapporto con i fedeli, nello stile di vita dettato dalla massima semplicità e dal volere essere anzitutto pastori d’anime». L’occasione per la consegna è arrivata il 10 settembre quando una delegazione del comune riesino ha partecipato all’udienza del papa in occasione del pellegrinaggio diocesano a Roma per la ricorrenza del centenario.

23 agosto 2014
Seimila persone per la messa con il Card. Parolin


Oltre seimila persone sono convenute a Riese presso il Santuario delle Cendrole per la celebrazione eucaristica presieduta dal Segretario di Stato card. Pietro Parolin per il centenario del "dies natalis" di San Pio X. Assieme a lui hanno concelebrato il vescovo di Treviso mons. Gianfranco Agostino Gardin e  sette vescovi legati alla terra trevigiana come  mons. Andrea Bruno Mazzocato, arcivescovo di Udine; mons. Angelo Daniel, vescovo emerito di Chioggia; mons. Alberto Bottari De Castello, nunzio apostolico in Ungheria; mons. Mario Pasqualotto, già vescovo ausiliare di Manaus; mons. Corrado Pizziolo, vescovo di Vittorio Veneto; mons. Paolo Magnani, vescovo emerito di Treviso; mons. Silvano Tomasi, osservatore permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite a Ginevra. Oltre un centinaio i sacerdoti presenti. Moltissimi dei fedeli partecipanti hanno partecipato alla processione che ha preceduto la santa messa, partita dalla chiesa parrocchiale di Riese, passata davanti alla casa natale di S. Pio X e quindi giunta al Santuario delle Cendrole.  A conclusione della messa il saluto ufficiale al cardinale da parte dell'amministrazione comunale di Riese Pio X a nome della comunità
Nei link sottostanti il testo dell'omelia tenuta dal card. Parolin e l'intera diretta mandata in onda da Telechiara. Inoltre i servizi andati in onda su Rai 3 e su Antenna 3 sui giorni del centenario.
Omelia card. Parolin

Telechiara
RAI 3

Antenna 3 - 1

Antenna 3 - 2

presentazione annullo pio x filatelia

21 agosto
Due mostre a Riese per il centenario di Pio X


Nei giorni cruciali del centenario della morte di Pio X due opportunità in più per i pellegrini e i visitatori che verranno nei suoi luoghi natali. Oltre al museo casa natale (arricchito da un percorso che racconta la biografia di Papa Sarto), alla chiesa parrocchiale e al Santuario delle Cendrole sarà possibile visitare altre due mostre. La prima è "Ricordando Papa Sarto" ed è stata allestita presso la Barchessa di Villa Eger a cura dal Circolo del Collezionismo Giuseppe Sarto che ha esposto cimeli riguardanti Pio X come giornali d'epoca, memorabilia, raccolte filateliche e di cartoline. Questa mostra ė visitabile fino al 31 agosto con i seguenti orari: sabato e festivi dalle 9.30 alle 12 e dalle 15 alle ore 21 (feriali dalle 16 alle 18.30). Sarà inoltre possibile, fino ad esaurimento, acquistare cartoline con il francobollo emesso per il centenario e l'annullo speciale del 20 agosto. In contemporanea, nell’asilo parrocchiale, si terrà fino al 24 agosto un’altra mostra dedicata alla vita di Pio X con importanti e rari documenti provenienti dalla raccolta del collezionista Angelo Pavanello di Maerne presso l'asilo parrocchiale. La mostra si apre con l’illustrazione di personaggi storici che hanno collaborato o si sono relazionati con Pio X: da Giuseppe Toniolo al cardinal Gasparri, al suo segretario di stato Merry del Val, per poi illustrare la carriera del pontefice. La mostra sarà aperta fino al 24 agosto dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Nella foto: il momento dell'annullo speciale

cardinale Parolin

21 agosto
Sabato 23 agosto: celebrazione centenario morte di Pio X
Il card. Pietro Parolin presiede la Santa Messa alle Cendrole

Come da programma, sabato 23 agosto il segretario di Stato vaticano card. Pietro Parolin presiederà alle 20 la Santa Messa in occasione del centenario della morte di San Pio X presso il Santuario della Beata Vergine delle Cendrole. Sarà il momento cruciale delle celebrazioni di questo anniversario entrate nel vivo nei giorni della scomparsa di Papa Sarto (20 agosto) e della sua festa liturgica (21 agosto). Il settimanale diocesano La Vita del Popolo ha pubblicato una lunga intervista al card. Parolin che più volte si è recato nei luoghi natali di S.Pio X. Del centenario se ne ê occupata anche Radio Vaticana con una intervista al prof. Giampaolo Romanato, tra i maggiori biografi di Papa Sarto.
I due servizi sono disponibili a questi link
Intervista al card. Parolin - Vita del Popolo

Intervista al prof. Romanato - Radio Vaticana

manifesto programma finale

Centenario: ecco il programma degli eventi dal 19 al 23 agosto
Il Segretario di Stato card. Parolin presiederà la S. Messa


Mancano ormai pochi giorni a quello che sarà il momento centrale delle celebrazioni del centenario della morte di San Pio X, la cui salita al cielo avvenne il 20 agosto del 1914. Molti gli eventi in programma a Riese che inizieranno il 19 agosto alle 20.30 con la S. Messa nella chiesa parrocchiale cui seguirà l'adorazione notturna fino alle 8 del mattino seguente.
Il 20 agosto, "dies natalis" di S. Pio X, saranno celebrate messe alle ore 8 (chiesa parrocchiale) alle ore 10 (Santuario delle Cendrole) e alle ore 19 (chiesa parrocchiale).  Alle 11.15 nella Barchessa di Villa Eger sarà presentato il primo francobollo commemorativo su San Pio X emesso da Poste Italiane con annullo speciale dell’evento prodotto dal Circolo del Collezionismo G. Sarto in collaborazione con la Fondazione G. Sarto (dalle ore 9.00 fino alle ore 13.00). Sarà inoltre inaugurata la mostra “Ricordando Papa Sarto” sempre a cura dal Circolo del Collezionismo G. Sarto,  visitabile fino al 31 Agosto 2014 con i seguenti orari: sabato e festivi dalle ore 9.30 alle 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 21.00 – feriali dalle ore 16.00 alle ore 18.30.
Alle  21.00 dalla Casa Natale di Papa Pio X alla Chiesa Parrocchiale di Riese Pio X si terrà "Ubi Consistam" (Dove io mi possa appoggiare)...
narrazione scenica e visualizzazione della “Vita di Papa Sarto” realizzata da Filodrammatica “Bepi Sarto”, Filo Multivisioni, Gruppo Fotografico Vallà, Pro Loco di Riese Pio X.
Il 21 agosto - festa liturgica di San Pio X - nella mattinata messe come il giorno precedente, alle 20.30 nella chiesa parrocchiale celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo di Treviso mons. Gianfranco Agostino Gardin.  Alle 21.30 nel Parco del Santuario Mariano delle Cendrole
"Here comes THE SUN - Insieme torniamo a splendere", concerto elettrico del gruppo The Sun.
Sabato 23 agosto alle 18.30 partenza della processione con la statua di Pio X dalla chiesa parrocchiale al Santuario delle Cendrole, animata dalla Comunità di S. Egidio sul tema della pace. Alle 20 la celebrazione eucaristica presieduta da Sua Eminenza il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano. Per quest'ultimo appuntamento si prega di attenersi alle indicazioni contenute sul volantino consultabile qui
.

francobollo dedicato s San Pio x
francobollo dedicato s San Pio x

7 agosto 2014
PIO X: DUE FRANCOBOLLI PER IL CENTENARIO


Le poste di Italia e Vaticano celebrano S. Pio X. Quella italiana è la prima in assoluto dedicata a Papa Sarto e sarà presentata a Riese Pio X il prossimo 20 agosto alle 11.
    
Due emissioni filateliche dedicate a Pio X, nel centenario della morte: sono quelle di Poste Italiane e delle Poste Vaticane. Quella italiana è la prima emissione in assoluto dedicata al Papa di Riese e riprende l’immagine già utilizzata dal comitato diocesano: si tratta infatti del ritratto realizzato in gesso colorato su cartoncino dall’artista Gino Ghedina nel 1935, anno del centenario della nascita di Pio X. Il quadro è conservato presso il Seminario di Treviso in quella che era la stanza dell’allora mons. Giuseppe Sarto, ora trasformata in cappella.
Il francobollo dal valore di 0,70 euro  sarà presentato a Riese Pio X  il prossimo 20 agosto alle ore 11 presso la Barchessa di Villa Eger  e l’evento si inserisce nelle celebrazioni dei giorni in cui ricorre l’anniversario che culmineranno il 23 agosto con la celebrazione eucaristica al Santuario delle Cendrole presieduta dal cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano. La presentazione prevede la spiegazione di quest’immagine e la possibilità di acquistare un folder con cartolina, francobollo e annullo speciale per questa occasione, dove il vescovo di Treviso mons. Gianfranco Agostino Gardin e lo storico Gianpaolo Romanato dell’Università di Padova, tra i massimi biografi del pontefice, illustrano la figura di Papa Sarto.
L’emissione vaticana invece riguarda un francobollo da  2 euro e l’immagine scelta è quella del monumento a lui dedicato nella basilica di San Pietro in Vaticano, realizzato dallo scultore piacentino Pier Enrico Astorri e inaugurato nel 1923: il francobollo sarà emesso il prossimo 28 agosto. Per le Poste Vaticane una emissione dedicata a Pio X non è una novità: ne uscirono anche in occasione della beatificazione (1951), della canonizzazione (1954) e del ritorno della salma a Venezia (1959).

Tra le altre emissioni che raffigurano Pio X – come segnala il sito specializzato in filatelia Vaccari News – vi è quello di  Ajman (4 dirham del 31 luglio 1971 per una serie illustrata con i pontefici e dedicata al Natale), Belize (50 centesimi di dollaro del 15 aprile 1986 per una analoga iniziativa riguardante la Pasqua), Gabon (100 e 125 franchi del 1996, per il decimo anniversario della missione “San Pio X”), Monaco (200 franchi aereo del 15 maggio 1958 per il centesimo delle apparizioni di Lourdes), Panama (75 centesimos del 2 luglio 1956 per il percorso “I papi di nome Pio”), Ruanda (18 franchi del 31 dicembre 1970 per il centenario del Concilio vaticano primo, poi sovrastampato il 23 giugno 1975 in occasione dell’Anno santo).
Va anche ricordato che Pio X apparve nel francobollo di Poste Italiane  dedicato all’Ordine del Santo Sepolcro uscito nel novembre 2011. Vi è raffigurato l’autore del dipinto  Mario Albertella, mentre riceve una distinzione dell’Ordine rilasciata da Pio X, allora gran maestro dell’ordine. Il dipinto venne distrutto, probabilmente durante i bombardamenti su Milano della Seconda guerra mondiale.

Pio x film originala
Pio x film originala

26 luglio 2014
Torna restaurato il film "con" Pio X
"La Grande Storia" riscopre le immagini con Papa Sarto


Una bella sorpresa in occasione del centenario della morte di Pio X. Il programma "La Grande Storia" di Rai Tre ha ritrovato le immagini che riprenderebbero Pio X dal vivo, un rarissimo filmato di cui si conoscevano che pochi fotogrammi e di cui si era persa la fonte. In una puntata dedicata allo scoppio della Prima Guerra Mondiale - che coincide con la morte di Papa Sarto - il film, proveniente da un archivio francese, viene riproposto nella sua quasi totale integrità e restaurato, grazie alle ricerche compiute da Emanuele Colarossi. Ma, come quando apparvero la prima volta, quelle immagini pongono anche la domanda se si tratta davvero di Pio X, soprattutto se confrontate con le foto del pontefice. Del caso di film "con" Pio X ce ne siamo occupati anche lo scorso anno quando si era venuti a conoscenza di un altro film di cui però esisteva solo la locandina e che curiosamente riproduceva esattamente uno dei fotogrammi che erano stati messi in onda sempre da "La Grande Storia" nel 2006 all'interno di una puntata dedicata a Pio XII, che iniziò la sua missione sacerdotale e il suo lavoro nella Segreteria di Stato proprio durante il pontificato di Papa Sarto. La puntata de "La Grande Storia" che ripropone quelle immagini citandone la fonte è visibile on line a questo link .
Le immagini con Papa Sarto cominciano al minuto 1.48. Della cosa se ne è occupato anche Vatican Insider, il sito de La Stampa specializzato sulla Chiesa e il Vaticano. L'articolo è disponibile su questo link

gli uomini non guardano il cielo

7 luglio 2014
Rinviata la proiezione del film su Pio X prevista per l'11 luglio

Per motivi tecnici è stata rinviata a data da destinarsi la proiezione del film "Gli uomini non guardano il Cielo" prevista per l'11 luglio a Riese al teatro all'aperto Margherita nel parco di Villa Eger alle ore 21.30. Il film diretto da Umberto Scarpelli e interpretato da Henry Vidon e Isa Miranda, uscito nel 1952, racconta la storia della vita di San Pio X, ripercorrendo tutte le tappe della vita del pontefice, dall'infanzia fino alla morte avvenuta pochi giorni dopo la prima guerra mondiale. Recentemente la Filmoteca Vaticana ha restaurato e digitalizzato la pellicola originale.

romanato cover

29 maggio 2014
A Riese la presentazione della biografia di Pio X di Romanato

A distanza di vent’anni dalla prima edizione torna la biografia scritta dal prof. Gianpaolo Romanato su Papa Sarto. Edito da Lindau è uscito "Pio X - Alle origini del cattolicesimo contemporaneo", dove il docente padovano approfondisce alcuni importanti aspetti del pontificato di Pio X anche in riferimento agli ultimi studi di questi anni . Si deve proprio a Romanato e alla sua collaborazione anche con la Fondazione Sarto il fatto che si sia sviluppato un nuovo interesse storico e scientifico su Papa Sarto: oltre ad essere l’autore della biografia citata, Romanato è stato anche curatore del volume "Pio X, un papa e il suo tempo" edito dalle edizioni Paoline. Il prof. Romanato sarà a Riese per presentare il suo lavoro giovedì 29 maggio alle 20.30 nella sala municipale di Villa Eger.
Un presentazione del volume è stata pubblicata sui quotidiani veneti del Gruppo Espresso
Vai al Link.

volume "Pio X, un Papa Veneto"

18 maggio 2014
Torna il volume "Pio X, un Papa Veneto"


In occasione del centenario della morte di Pio X è tornato alle stampe in versione corretta e aggiornata il volume edito dalla Fondazione Sarto e dal Comune di Riese "Pio X, un Papa Veneto". Scritto nel 2007 in vista del 150. anniversario dell’ordinazione sacerdotale di Papa Sarto, il libro scritto da Davide Nordio, Alejandro M. Dieguez e Ruggero Ambrosi, racconta anche grazie ad un ricco apparato di immagini la vita di Pio X e le tappe verso la canonizzazione. La nuova edizione ha l’onore della prefazione del card. Angelo Comastri, che nel giugno 2013 ha ufficialmente inaugurato il centenario in corso. La prima edizione è andata completamente esaurita in poco tempo. Ora anche in risposta a numerosissime richieste il volume torna disponibile.  Per richieste contattare la Fondazione Giuseppe Sarto all’indirizzo email info@fondazionegiuseppesarto.it

premio san pio x apapa francesco

18 maggio 2014
Il Premio S. Pio X 2014 a Papa Francesco


E’ stato assegnato a Papa Francesco il Premio San Pio X, l’annuale riconoscimento del comune di Riese Pio X. . Queste le motivazioni lette dal sindaco Gianluigi Contarin: «Papa Francesco e Pio X sono accomunati dalla semplicità del tratto e dell’esposizione, nella affabilità dei gesti e nell’esaltazione della povertà in senso francescano. Questa somiglianza si ravvisa particolarmente nel rapporto con i fedeli, nello stile di vita dettato dalla massima semplicità e dal volere essere anzitutto pastori d’anime». La cerimonia si è tenuta al termine del concerto del Coro Filarmonico Trevigiano Sante Zanon con l’Orchestra Sinfonica Gruppo d’Archi, in occasione del 50. anniversario di fondazione del Coro. Eseguita anche la Missa IV di Sante Zanon scritta in occasione del centenario della nascita di Papa Sarto nel 1935.

l'ordine del santo sepolcro 18 maggio 2014

18 maggio 2014
L’Ordine del Santo Sepolcro a Riese


La sezione Veneto dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme si è data appuntamento a Riese Pio X per il suo incontro spirituale organizzato dalla Delegazione di Treviso ed al quale hanno partecipato anche la Sezione del Friuli Venezia Giulia con le sue Delegazioni. Com’è noto, vi sono profondi legami tra Pio X e l’Ordine del Santo Sepolcro: Papa Sarto ne riformò gli statuti e ne divenne Gran Priore. E in riconoscenza di questo, numerose sono a Riese le opere che hanno visto un importante contributo dell’Ordine, come ad esempio la grande pala d’altare della chiesa parrocchiale. L’incontro ha avuto inizio nella sala municipale  con la relazione del Prof. Quirino Bortolato sul tema "San Pio X°, un Papa riformatore", al quale hanno assistito 120 persone, tra Cavalieri e Dame dell’Ordine, famigliari, amici, conoscenti ed estimatori del Santo Pontefice Trevigiano. E’ seguita poi la solenne Santa Messa presieduta Mons. Gianfranco Agostino Gardin, Arcivescovo-Vescovo della Diocesi di Treviso, e concelebrata dal Mons. Arduino Beltrame, Cavaliere dell’Ordine e Priore della Delegazione di Treviso.

wadowice premio polacco 11042014
wadowice premio polacco 11042014

11 aprile 2014
A Wadowice per la Casa Natale di Papa Wojtyla


Anche la Fondazione Sarto ha partecipato alla cerimonia inaugurale del Museo Casa Natale di Giovanni Paolo II a Wadowice in Polonia su invito del sindaco Ewa Filippiak. Un appuntamento che ha visto la partecipazione delle massime autorità polacche, come il presidente della Repubblica Komorowsky e il premier Donald Tusk, a pochi giorni dalla canonizzazione di Papa Wojtyla. La delegazione italiana oltre che da era composta dalle altre città italiane già gemellate con Wadowice, due città natali di pontefici  come Canale d'Agordo Papa Luciani e Carpineto Romano con Leone XIII, e San Giovanni Rotondo, la città di Padre Pio.  «È stata l'occasione per saldare ulteriormente i rapporti con Wadowice», spiega il sindaco Gianluigi Contarin, «che presto potranno avere il carattere dell'ufficialità attraverso un gemellaggio o un patto di amicizia con Riese. Ma anche di un confronto con altre città natali di papi. L'idea è quella di riprendere quanto fatto in occasione del Giubileo del 2000, quando con Riese e la Fondazione Sarto capofila è stato dato alle stampe un volume che raccoglie le biografie dei pontefici del '900».

Il sindaco di Riese Gianluigi Contarin con il premier polacco Donald Tusk
I sindaci italiani invitati all'inaugurazione del museo casa natale Giovanni Paolo II: da sinistra Rinaldo De Rocco (Canale d'Agordo), Quirino Briganti (Carpineto R.no), Ewa Filipiak (Wadowice), Luigi Pompilio (S. Giovanni Rotondo) e Gianluigi Contarin (Riese Pio X)

speciale antenna 3- 06 aprile 2014

6 aprile 2014
Uno "speciale" su Antenna Tre dedicato al centenario di  Pio X

Il 3 aprile in diretta da Riese Pio X  l’emittente regionale Antenna 3 ha mandato in onda uno "speciale" dedicato al centenario di San Pio X, condotto dal direttore Domenico Basso e a cui hanno partecipato il sindaco Gianluigi Contarin, il cancelliere vescovile mons. Giuliano Brugnotto, il dott. Giovanni Alliata di Montereale, presidente del Centro Laguna che cura gli eventi del centenario a Venezia e lo storico Ruggero Ambrosi. Grazie alla disponibilità di Antenna Tre attraverso il link che trovate qui sotto è possibile rivedere l’intera puntata.
link speciale antenna 3


san pio x bronzo
san pio x bronzo

3 aprile 2014
Una nuova statua di Pio X alle porte di Riese


Sarà inaugurata domenica 6 aprile una nuova statua di San Pio X posta all'altezza della rotatoria nord della circonvallazione di Riese, dono di un benefattore di Burano (Venezia), Gian Mario Tagliapietra, purtroppo scomparso due anni fa prima di vedere realizzato questo suo sogno. La statua in bronzo, realizzata in Thailandia, è alta 2 metri e 40 e accoglierà i visitatori di Riese che arrivano da Asolo, facendo "coppia" con la statua di Pio X ragazzo che sorge nella rotonda a Vallà, accogliendo chi arriva da Castelfranco. Curiosa anche la modalità con cui questa statua arriverà nel paese natale del Papa. Proprio in memoria del benefattore che l'ha donata, la statua attualmente è esposta nella chiesa di San Martino a Burano: sotto il suo sguardo è stato firmato il patto di amicizia tra i luoghi natali di Pio X e l'isola della laguna famosa per i merletti. Un'arte che fu rilanciata proprio da Pio X quand'era patriarca a Venezia e rivelatasi una importantissima attività economica per l'isola. Sabato da  Burano la statua viaggerà via acqua fino a Quarto d'Altino, la cui chiesa conserva una pala d'altare donata da Pio X, e da qui lungo il fiume Sile, approderà in terra trevigiana a Casale sul Sile. In ambedue le tappe (9.45 ad Altino e 11 a Casale) è previsto un momento di accoglienza e di preghiera, prima della partenza via terra verso Riese. L'inaugurazione di domenica avverrà nell'ambito del raduno dell'associazione Trevisani nel Mondo che raduna gli emigrati della Marca in tutto il mondo e che come patrono hanno San Pio X, anche per la rara attenzione dimostrata prima dal vescovo Sarto e poi da papa Pio X per il fenomeno migratorio che riguardava numerose comunità italiane. Fu infatti proprio Papa Sarto ad istituire quello che diventerà il Pontificio Consiglio per i Migranti. La cerimonia inizierà alle 9.30 con il saluto di  Gianluigi Contarin, Sindaco di Riese Pio X e Presidente del Comitato Comunale Celebrazioni Centenario, Guido Campagnolo, Presidente A.T.M. di Treviso,  Riccardo Masini, Direttore Generale  A.T.M. di Treviso, Padre Giovanni Contarin Missionario in Thailandia e il  dott. Aldo Benedetto Tagliapietra, rappresentante della comunità di Burano. Quindi lo scoprimento della statua da parte della vedova di Gianmario Tagliapietra e la benedizione da parte di don Canuto Toso, fondatore dell'ATM. Nell'occasione verrà eseguita dall'autore Renzo Rostirolla la "Preghiera a Pio X". Il corteo si sposterà presso la casa natale del Papa e da qui alla chiesa parrocchiale per la santa messa alle 10.45 presieduta dall'arciprete di Riese, mons. Giorgio Piva.

san pio x costruttore di meridiane

30 marzo 2014
Pio X e la sua passione per le meridiane: una mostra a Riese


Insolita, ma nota la passione di Pio X nel costruire meridiane, soprattutto nel periodo in cui era cappellano a Tombolo: ne esistono ancora tre, a Onara, Galliera e a Fontaniva e dimostrano una certa dimestichezza con l’astronomia di don Giuseppe Sarto, visto che non basta piantare un chiodo  
nel muro per ottenere una meridiana che indichi l’ora esatta. Nell'ambito della celebrazioni per il centenario della morte viene sottolineato anche questo aspetto particolare del Papa di Riese, già oggetto di ampi articoli sulla stampa e riportati anche in questo sito, grazie ad una mostra promossa da Fondazione Sarto, Comune di Riese Pio X e i comitati locale e diocesano per il centenario. A realizzarla il Centro Paolo Chiavacci di Crespano che raggruppa molti appassionati di astronomia che hanno deciso di raccontare la storia della misurazione del tempo attraverso il sole. "La Luce e il Tempo - Mostra di meridiane e altri strumenti astronomici - San Pio X costruttore di meridiane"  - questo il titolo della mostra - aprirà i battenti domenica 30 marzo alle ore 12 presso la Barchessa di Villa Eger a Riese Pio X e saranno esposti orologi solari e altri strumenti astronomici, insieme ad interessante apparato didascalico. Ma nel corso della mostra che durerà fino al 13 aprile con apertura al sabato e alla domenica e in altri giorni su prenotazione non si parlerà solo di meridiane ma anche di osservazione del cielo. Venerdì 4 aprile e venerdì 11 aprile alle 20.30 si terranno due incontri con il prof. Sergio Chiarotto e la prof. Elsa Stocco a cui seguirà una suggestiva osservazione della volta celeste attraverso il telescopio. Nella locandina scaricabile qui sotto i riferimenti per la mostra e per i due eventi in programma.

gemellaggio Burano

24 marzo 2014
Riese si "gemella" con Burano


Da ieri i luoghi natali di Papa Sarto e l'isola di Burano sono stretti da un patto di amicizia. La firma è avvenuta nella chiesa di San Martino tra il sindaco Gianluigi Contarin e il parroco di Burano don Enzo Piasentin a nome della comunità dell'isola, sotto la statua di Pio X giunta qui per l'occasione dove sosterà fino a domenica 6 aprile quando verrà posta a Riese all'ingresso del paese, in occasione del raduno dei Trevigiani nel Mondo. Una suggestiva cerimonia a cui ha preso parte anche l'assessore al turismo di Venezia Roberto Panciera, in rappresentanza del sindaco. Vi sono forti legami tra Pio e Burano, che deve proprio al Papa riesino la rinascita dell'industria del merletto che l'ha resa celebre nel mondo: un'arte antica che rischiava di scomparire e che invece è diventata una fiorente industria per l'isola. Ma c'è un altro motivo del legame tra Riese e Burano ed è legato proprio alla statua che è stata donata a Riese da un buranello, Gianmario Tagliapietra purtroppo scomparso prima di vedere consegnato questo suo dono. Proprio grazie a lui e alla sua grande amicizia con il riesino P. Giovanni Contarin, missionario camilliano in Thailandia dove si occupa dei bambini vittime del turismo sessuale, si sono sempre più fortificati i legami tra le due comunità che ieri è stata suggellata dal patto di amicizia. Il viaggio da Burano a Riese della statua avverrà percorrendo la laguna e il Sile fino all'approdo a Casale sul Sile. (Da La Tribuna di Treviso del 25 marzo 2014)

filodrammatica giuseppe sarto

13 gennaio 2014
"Papa Sarto" di Maffioli torna il 18 gennaio al Teatro Accademico di Castelfranco


Ritorna nella sua versione originale la commedia di Giuseppe Maffioli “Papa Sarto”: sarà questo il primo appuntamento nella Castellana nell’anno del centenario della morte di San Pio X che si terrà sabato prossimo alle 20.45 al Teatro Accademico di Castelfranco: a proporla sarà la Filodrammatica Bepi Sarto di Riese Pio X, che, con questo nome, non poteva che fare di questa commedia il suo cavallo di battaglia. Infatti finora sono state oltre quaranta le repliche in venticinque anni nei teatri veneti, ma anche in quelli di altre regioni e persino all’estero, a Lourdes e a Toronto in Canada, con lusinghieri successi. Fondata trent’anni fa, la Filodrammatica Bepi Sarto è composta interamente da amatori: per l’anno del centenario, hanno ripreso in mano il copione originale scritto da Giuseppe Maffioli, che fu al loro fianco nel preparare la loro “prima” nel 1985, senza però potervi assistervi per la morte improvvisa. La commedia si svolge in tre atti per circa due ore di spettacolo e racconta la vita di Pio X a partire da quand’era patriarca di Venezia, con flash back nella sua vita precedente, fino alla sua elezione a Papa e alla sua morte, toccando tutti i temi che videro protagonista Pio X: la riforma della chiesa, il modernismo e lo scoppio della prima guerra mondiale. Biglietti: interi 7 euro, ridotti 5 euro. Prevendita dalle 16 del giorno dello spettacolo presso la biglietteria del teatro

FONDAZIONE GIUSEPPE SARTO - Via Giuseppe Sarto n.29 - 31039 Riese Pio x TV - tel.+39 0423 483050 - info@fondazionegiiseppesarto.it - P.iva.02039210261
Torna ai contenuti | Torna al menu